Mojito - Origini e curiosità
Mojito - Origini e curiosità
apr 20, 2019 Curiosità 0 Commenti

Storia

Il Mojito, insieme al Daiquiri, è considerato il drink nazionale cubano.

Nasce infatti, negli anni '30 proprio a Cuba. La ricetta fu ripresa e modificata da un'antica bevanda miscelata da Sir Francis Drake (alcuni danno il merito al cugino, tale Richard Drake). Durante l'esilio dall'Havana nel 1586, Sir Fracis Drake, corsaro di Sua Maestà Britannica, creò questa mistura che prese il nome di DRAQUE in suo onore, ed ebbe successo in tutti i Caraibi.

La bevanda fu creata espressamente per i bisogni dei marinai, infatti oltre ad essere rinfrescante e deliziosa ha delle particolari proprietà curative conferite dai vari ingredienti.

Il lime: ricco di vitamina C indispensabile contro lo scorbuto.

La menta: grazie al suo aroma intenso ed alle sue doti antinfiammatorie è un ottimo coadiuvante della digestione, infatti veniva impiegata molto anche in cucina per coprire le “puzze” del cibo che veniva conservato a lungo e in modo discutibile a volte.

Questi due ingredienti venivano facilmente coltivati anche sulle navi e quindi erano di facile reperibilità e sempre freschissimi.

Il rum: inizialmente veniva utilizzato l'Aguardente (distillato di melassa quasi esausta) che oltre ad essere utilizzato come disinfettante sia ad uso alimentare che per ferite, era considerato anche “coraggio liquido” che veniva somministrato ai marinai prima degli arrembaggi.

Lo zucchero: di canna grezzo (totalmente diverso da quello che noi chiamiamo ora “zucchero di canna”, che non è altro che zuccheri banco raffinato con l'aggiunta di caramello per dargli il colore dorato) prezioso ma di facile reperibilità in tutti i porti, apporta vitamine e sali minerali.

Questi 4 ingredienti miscelati a dovere davano vita ad un cocktail piacevole, aromatico, dissetante e come abbiamo visto, curativo.

a miscela di questi ingredienti veniva fatta direttamente a bordo, non solo per deliziare i marinai ma anche per aiutare la conservazione dell'acqua dolce stivata nelle botti. Il rum infatti aiutava a limitare la presenza di batteri ed il lime, la menta e lo zucchero miglioravano il sapore acre dell'acqua stantia.

 Il mojito

Curiosità

Il nome Mojito fu coniato dal bartender Angelo Martinez in servizio a La Bodeguita del Medio, locale che, grazie al bartender ha riportato in auge il cocktail di origine corsara. L'etimologia della parola Mojito ha un che di poetico. Mojito deriva infatti dalla parola vodoo MOJO che significa incantesimo, da qui MOJITO cioè piccolo incantesimo, termine che descrive alla perfezione la squisita bevanda miscelata.

Il nome del drink fu cambiato proprio da Martinez  che decise di sostituire l'Aguardiente con il RUM e lo ribattezzo Mojito anzichè Draque.

 La bodeguita del medio

 

Celebrità

Il Mojito venne portato alla ribalta nei primi anni 50. Presso la Bodeguita del Medio, un locale di punta a l'Havana dove Angelo Martinez prestava servizio. Il bartender, avendo riscoperto la ricetta e apportando le modifiche (sostituendo l'Aguardiente con il rum bianco cubano e cambiando il nome) iniziò a proporlo nel locale. Ernest Hemingway che soggiornò a Cuba per un paio di anni in quello stesso periodo, si recava tutti i giorni a bere un freschissimo Mojito presso la Bodeguita. Questa abitudine rese il drink famosissimo. Possiamo dare il merito al cocktail per il successo dello scrittore? Forse no, ma dopo essere stato a Cuba per trovare l'ispirazione per scrivere “ Il vecchio e il mare” Hemingway vinse rispettivamente nel 1953 il premio Pulitzer e nel 1954 fu candidato e vinse il premio Nobel per la letteratura, a voi la conclusione.